COMMEMORAZIONE PER IL 70° ANNIVERSARIO DEGLI STUPRI DI GUERRA DEL ’44 – Ricordando le Marocchinate

 

Sabato 17 maggio 2014 alle ore 10.00 presso il salone dell’Amministrazione Provinciale
Il mese di maggio per l’intera provincia di Frosinone sarà un momento importante di ricordi e commemorazioni di guerra, per quello che è stato il territorio più devastato del Secondo Conflitto, ma è nostro intento porre l’attenzione sulle vicende drammatiche vissute dai civili, e in particolare sulle donne stuprate, tristemente dette Marocchinate. Sottolineammo che quello stupro è il più grande stupro di massa della storia d’Italia, fino ad ora ancora poco conosciuto e mai riconosciuto ufficialmente dalle autorità come stupro di guerra.
Pertanto all’interno di un ricco calendario di eventi legati soprattutto alla storia militare, la triste vicenda delle Marocchinate, rischia per l’ennesima volta di avere pochissima visibilità o di essere strumentalizzata o non raccontata adeguatamente, sarà infatti ricordata solo in alcuni comuni, continuando quindi a rimanere un ricordo esclusivo di poche persone. Il nostro intento è invece quello di creare una Commemorazione che abbia valenza provinciale e che possa coinvolgere tutti i Comuni e la cittadinanza dell’intera provincia di Frosinone, per dare la giusta visibilità anche nazionale a questa importante tragedia della nostra storia.
Per questo Il Tavolo di Progettazione Provinciale per il di Patto di Solidarieta’ sociale con Giuseppina Bonaviri Presidente e la Compagnia Errare Persona rappresentata dalla regista e attrice Damiana Leone per il progetto “Racconta la Guerra”, hanno deciso di realizzare un evento dal titolo:
Le donne si raccontano, II Conferenza Tematica – Per non dimenticare “le donne ciociare e le marocchinate nel 70° anniversario della II guerra mondiale”
Che si terrà sabato 17 maggio 2014 alle ore 10.00 presso il Salone dell’Amministrazione Provinciale
Scopo dell’evento è unire in un unico “abbraccio” istituzioni, testimoni e società civile per commemorare il triste anniversario.
Realizzare la Commemorazione presso il palazzo della provincia di Frosinone, permetterà all’evento di avere la giusta importanza e di poter avere una valenza più ampia. Inoltre darà modo di creare un dialogo tra testimoni e popolazione che fino ad ora non è mai stato realizzato ad livello così ampio.
La giornata di commemorazione sarà strutturata nel seguente modo:
Saluti istituzionali:
Giuseppe Patrizi Commissario Straordinario Provincia di Frosinone
Fiorenza Tarricone Università di Cassino e Lazio Meridionale – Consigliera di parità Provincia di Frosinone
estratto dello spettacolo “Ninetta e le altre – Le marocchinate del ‘44”, della Compagnia Errare Persona con Damiana Leone, Anna Mingarelli, Francesca Reina.
Interventi:
– Elisa Celli: “Gli stupri di guerra del 1944. Le testimonianze, i documenti e la ricerca”
– Damiana Leone: “Parlare delle marocchinate attraverso l’arte”
– Testimonianze dai Comuni di:
Amaseno, Cassino, Castelnuovo Parano, Castro dei Volsci, Ceccano, Cervaro, Coreno Ausonio, Pico, Pofi, Vallecorsa,
Modera: Giuseppina Bonaviri
Nella commemorazione verrà esposto il progetto “Racconta la Guerra” (www.raccontalaguerra.wordpress.com), progetto di teatro civile avanti dalla compagnia Errare Persona, che dal 2010 promuove lo studio e la diffusione delle testimonianze riguardo gli stupri di guerra del ’44, legando la storia orale al teatro. Il progetto, che avrà la collaborazione dello storico Tommaso Baris, dell’Archivio di Stato di Frosinone, della cooperativa “Creattive” e dell’Associazione “Donne dal Fronte”, prevede la commemorazione presso il Palazzo della Provincia di Frosinone, vari incontri spettacolo sul territorio e a livello nazionale, laboratori, Il progetto è il più grande progetto sullo stupro di guerra mai realizzato.
Sottolineiamo l’unicità sia del progetto che di una commemorazione ufficiale che coinvolga tutta la provincia.
La commemorazione presso il palazzo della provincia ha lo scopo di raccogliere tutta la cittadinanza alla propria storia anche se fortemente drammatica, e di sensibilizzare al problema della violenza sulle donne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...